Cosa è il linguaggio Java

Photo by Kenny Eliason / Unsplash

Java è un linguaggio di programmazione multipiattaforma sviluppato nel 1995 da Sun Microsystems (successivamente acquisita da Oracle Corporation). Creato per essere indipendente dalla piattaforma di esecuzione, è noto per la sua portabilità, per gli elevati standard di sicurezza e per la capacità di adattarsi a diverse piattaforme senza alcuna necessità di essere ricompilato. Java è utilizzato per una vasta gamma di software, tra cui app per dispositivi mobili, applicazioni desktop, app per server e sviluppo web (tramite framework come Spring). In questo articolo scopriremo che tipo di linguaggio è Java, a cosa serve e perché è così diffuso.

Che cosa è il linguaggio Java?

Dopo la sua creazione, Java si è pian piano evoluto fino a supportare una quota particolarmente ampia dell'attuale universo digitale, fornendo una piattaforma gratuita che fa leva su caratteristiche quali sicurezza, versatilità e affidabilità. Oggi, tantissimi servizi e applicazioni si basano su Java, inclusi centinaia di prodotti innovativi e moderni servizi digitali. Uno dei principi più importanti su cui fa leva questo linguaggio è riassunto alla perfezione dall'acronimo WORA, che sintetizza il motto "write once, run anywhere", traducibile con l'espressione "scrivi una volta, esegui ovunque".

Il codice che viene eseguito sulle varie piattaforme, infatti, non ha bisogno di essere ricompilato ogni volta per funzionare sulle piattaforme di destinazione. E quanto detto accade perché il prodotto della compilazione viene tradotto in un formato intermedio detto bytecode, eseguibile mediante l'implementazione di un processore virtuale chiamato Java Virtual Machine (JVM). Ad oggi, nonostante la comparsa di altri linguaggi di programmazione, Java è ancora uno dei più diffusi in assoluto, soprattutto tra le applicazioni client-server.

Molti si chiedono i motivi per cui è così importante effettuare l'upgrade alla patch più recente di Java ogni trimestre. Le patch aggiornate di Java garantiscono importanti miglioramenti in termini di sicurezza, stabilità e prestazioni alle applicazioni che vengono eseguite su computer o smartphone. L'installazione della patch aggiornata assicura che ogni applicazione basata su Java continui a funzionare in maniera corretta, senza costituire un pericolo per il dispositivo in uso.

Ma Java è un linguaggio compilato o interpretato? Ciascun programma realizzato con Java è da ritenersi sia compilato che interpretato. Un compilatore (la Java Virtual Machine) traduce Java in un linguaggio intermedio (il bytecode), che viene poi interpretato e adattato al prodotto finale. La compilazione avviene una sola volta, mentre l'interpretazione avviene ogni volta che il programma è eseguito.

Quali sono le principali caratteristiche di Java?

Tanti tra i non addetti ai lavori si chiedono cos'è Java e a cosa serve. il miglior modo per fornire una risposta a tali quesiti è elencare le caratteristiche uniche di questo linguaggio di programmazione. Ecco le più importanti:

- È orientato agli oggetti. Java segue il paradigma di programmazione orientata agli oggetti, che consente agli sviluppatori di organizzare il codice in classi e oggetti, facilitando la gestione e la manutenzione del software

- È portabile. Un'applicazione Java può essere scritta una sola volta ed eseguita su diverse piattaforme senza alcuna necessità di apportarvi modifiche. Questo è possibile grazie alla macchina virtuale Java (Java Virtual Machine o JVM), che traduce il codice sorgente in un bytecode eseguibile su diverse piattaforme

- Pone l'accento sulla sicurezza. Java è stata progettato facendo molta attenzione alla sicurezza. La Java Virtual Machine esegue le applicazioni in Java all'interno di un ambiente controllato, limitando l'accesso a risorse critiche o potenziali minacce

- È multi-threading. Java supporta la programmazione multi-threading, permettendo la gestione contemporanea di più operazioni. Questa caratteristica è utile per sviluppare applicazioni che richiedono una gestione efficace dei processi concorrenti

- Effettua la raccolta automatica dei rifiuti. Java gestisce automaticamente la memoria attraverso un processo chiamato "garbage collection". Così facendo, affranca gli sviluppatori dal compito di deallocare manualmente la memoria utilizzata da file non più necessari

- È dotato di una vasta libreria. Java fornisce una vasta libreria (Java Standard Edition, o Java SE) che include molte classi e metodi predefiniti necessari per svolgere diverse attività, tra cui la gestione delle stringhe, l'I/O, la connettività di rete e molto altro ancora

Per cosa viene utilizzato Java?

Java è un linguaggio di programmazione estremamente versatile, che può essere usato in un'ampia gamma di settori e contesti. Tra le principali applicazioni di Java vale la pena citare lo sviluppo di applicazioni desktop. Molti si chiedono a cosa serve Java sul PC. Questo linguaggio di programmazione viene utilizzato per creare applicazioni desktop cross-platform. Ciò vuol dire che le applicazioni create con Java su PC possono essere eseguite su diverse piattaforme senza la necessità di essere ricompilate ogni volta.

Naturalmente, Java viene impiegato anche per lo sviluppo di applicazioni per dispositivi mobili. Nonostante nel 2017 Google abbia introdotto Kotlin come linguaggio ufficiale per lo sviluppo di app Android, Java è ancora ampiamente utilizzato in questo settore. Java è spesso usato per lo sviluppo di applicazioni web, in collaborazione con framework quali Spring e Struts. Questi ultimi semplificano lo sviluppo web e offrono una struttura organizzativa per la creazione di applicazioni più robuste.

Java è particolarmente usato per lo sviluppo di applicazioni enterprise, in virtù della sua affidabilità, portabilità e capacità di gestire carichi di lavoro complessi. Molte grandi aziende utilizzano Java per sviluppare sistemi di gestione aziendale (Enterprise Resource Planning - ERP) e sistemi di gestione delle risorse umane (Human Resource Management - HRM). Ma non finisce qui, poiché i campi di applicazione di Java includono anche lo sviluppo di giochi, con particolare riferimento a quelli online e a quelli espressamente dedicati ai dispositivi mobili. La portabilità di Java rappresenta un vantaggio significativo in quest'ambito.

In seguito all'avvento dell'Internet delle cose, Java si è mostrato adatto per lo sviluppo di applicazioni per dispositivi embedded (integrati all'interno di un particolare oggetto) e per l'IoT (Internet of Things). Infine, vale la pena sottolineare come questo linguaggio di programmazione si sia mostrato utile anche per lo sviluppo di applicazioni scientifiche e di ricerca. Java è utilizzato in diversi settori scientifici e di ricerca per lo sviluppo di software per l'analisi dati, la simulazione e altri scopi scientifici.

Quanto è difficile imparare Java?

Secondo gli addetti ai lavori, imparare a programmare con Java è relativamente facile, soprattutto se paragonato ad altri linguaggi di programmazione (tra cui C e C++). Inoltre, vale la pena sottolineare come anche una conoscenza base del linguaggio consenta di realizzare componenti semplici ma funzionali. In più, gli errori presenti nel codice sono facili da individuare e correggere. Chi è abituato a utilizzare altri linguaggi di programmazione sa bene quanto possa essere complicato e frustrante riconoscere eventuali bug nel codice.

Java impiega una sintassi particolarmente chiara e semplice, nella quale non mancano determinati caratteri speciali, che semplificano ulteriormente l'apprendimento. Una volta superate le difficoltà iniziali, la comprensione delle caratteristiche di questo linguaggio diverrà man mano più fluida e sviluppare programmi in Java si rivelerà molto più facile di quanto si possa credere. Apprendere e padroneggiare Java garantisce parecchie soddisfazioni, non fosse altro che per la sua straordinaria versatilità. In termini di diffusione, Java batte tutti i linguaggi di programmazione, compreso C, che ha quasi mezzo secolo di vita alle spalle.

Oggi, nel mondo sono presenti quasi 10 milioni di programmatori specializzati in Java. Nonostante la presenza di altri linguaggi popolari, Java resta il leader incontrastato: in base a quanto riportato dal TIOBE Index, Java è ancora il linguaggio più popolare al mondo, con una diffusione del 16%, che lo pone davanti a C e Python. Per i motivi appena elencati, una conoscenza approfondita di Java può spalancare diverse opportunità lavorative.

Saveria Spezzano

Saveria Spezzano

Product Marketing Manager @Develhope