Come funziona internet: tutto quello che devi sapere

Photo by Pixabay / Pexeles

Si potrebbe dire che il mondo di oggi giri intorno al web. Soprattutto con lo scoppiare della pandemia, infatti, internet è diventato un elemento fondamentale nelle nostre vite. Ci ha permesso di continuare a comunicare e vederci durante i diversi lockdown e di non fermare il nostro lavoro. Di passare il Natale con la famiglia, anche se a chilometri e chilometri di distanza. Non possiamo più farne a meno. Vi siete mai chiesti, però, come funziona davvero internet? Oggi cercheremo di togliervi ogni dubbio.

Come funziona internet: cosa sono Client e Server

Per spiegare come funziona internet è bene partire da due concetti: i client e i server. I computer connessi al web, infatti, si dividono in queste due categorie. I client, nello specifico, sono i dispositivi che utilizzano internet per ricerca. Parliamo quindi, per esempio, di pc e telefoni, come anche i browser per accedere ai servizi web (Chrome, Safari, Firefox…). I server, invece, sono i computer che gestiscono le memorie con i dati che andiamo a cercare. Sostanzialmente, quando un client vuole visualizzare una risorsa, questa viene prima scaricata dal server sul client e poi riproposta tramite il browser in utilizzo.

Il suo funzionamento, però, non finisce qui. Client e server sono sicuramente i protagonisti, ma insieme a loro entrano in scena molti altri fattori. Il percorso, infatti, passa tramite la connessione a internet, che permette di ricevere e inviare dati sul web. C’è poi il TCP/IP (Transmission Control Protocol e Internet Protocol), che definiscono come i dati debbano muoversi attraverso la strada. Praticamente, sono il mezzo di trasporto. Dopodiché, entra in gioco il DNS (Domain Name System), sostanzialmente una rubrica di indirizzi per i siti. Quando ricerchi qualcosa nel browser, infatti,  DNS ti permettono di raggiungere il sito corretto benché le sue coordinate, o meglio le coordinate del server che lo ospita, siano espresse in formato numerico. Il browser, perciò, attraverso i DNS risale alle coordinate numeriche del sito partendo da un’espressione letterale.

Un altro passaggio, poi, è quello dell’HTTP (Hypertext Transfer Protocol). Si tratta dei protocolli che definiscono il linguaggio che i server e i clients utilizzeranno per comunicare. Infine, ci sono i vari file: i siti web, infatti, sono formati da numerosi file differenti. Ci possono essere, per esempio, i code file (come HTML, Javascript etc), ma anche gli assets, ovvero i diversi componenti che costituiscono un sito e tutti i suoi dettagli.

Come funziona la ricerca su internet

Quando abbiamo bisogno di scoprire un’informazione, leggere una notizia, o cercare qualcosa, come prima scelta ci viene in mente di fare una ricerca su internet. Probabilmente la maggior parte delle persone, però, non si è mai chiesta come funzioni davvero questo procedimento. Innanzitutto, quando cerchi un sito web nel tuo browser quest’ultimo effettua una richiesta a un server DNS noto per trovare il reale indirizzo ip del server sul quale si trova il sito in questione. Il DNS si occupa quindi di tradurre l’indirizzo del sito scritto come “www.sito.com” in un indirizzo univoco come 23.45.65.77. In seguito il browser manda una richiesta HTTP al server chiedendo di inviare al client una copia del sito. Questa inchiesta e tutti i dati sono scambiati attraverso la connessione ad internet del client usando il TCP/IP.

Se il server approva la richiesta invia al client un messaggio con scritto “200 OK” e inizia ad inviare i file del browser in pacchetti di dati. Infine, il browser assembla i vari pacchetti ricevuti e mostra il dito sul dispositivo.

A questo punto potrebbe sorgere spontanea una domanda: a che cosa serve il DNS? Sostanzialmente, i siti web possiedono una posizione predefinita indicata da coordinare numeriche, come ad esempio 108.129.23.147. Questi tipi di indirizzo si chiamano indirizzi IP. I DNS danno un nome ai diversi indirizzi, così da ricordarli con più facilità. Proprio per questo è possibile anche inserire nella barra di ricerca direttamente gli indirizzi IP per raggiungere il sito che, appunto, i DNS andranno a individuare.

Ora possiamo dirlo: internet non ha più alcun segreto per te!

Saveria

Saveria